Faver abbraccia i suoi missionari

Sala consiliare piena e serata intensa quella di venerdì 21 marzo. Esordisce Vittorio Nardin Responsabile del Gruppo Missionario, ricordando P.Paolo Tabarelli, Comboniano, da 30 anni nella Rep.Dem.del Congo; una missione fatta di scuole e ospedali.Un altro percorso altrettanto difficile quello di P.Tiziano Paolazzi, Scalabriniano, in Canada a dare sostegno e costruire percorsi di integrazione per gli immigrati.

Viene espressa forte gratitudine e affetto  da tutta la Comunità di Faver . Fare Missione oggi, il tema della serata a 4 anni dalla scomparsa di Padre Lanfranco Tabarelli, l’indimenticabile  Francescano che ha speso una vita in Madagascar, col suo Vangelo dal basso, a fianco della gente. In un mondo segnato da troppe differenze, dall’egoismo e dal prevalere dell’apparenza rispetto alla sostanza delle cose che contano veramente, i nostri missionari ci richiamano alla realtà.

Loro li avevano gia individuati da tempo gli obiettivi del Millenio, molto prima delle Nazioni Unite; sostanzialmente giustizia

Si è proiettata la parte di filmato girata nell’ottobre 2012 da Michele Bellio e Sara Covi  un flash forte sul lavoro missionario in un Paese povero ma ricco di bambini, di speranza. Scuole, mense, laboratori,centinaia di bambini, adozioni e tanta gente che vuole cambiare, nonostante uno stato che non c’è. Suore Orsoline, Piccole Serve, Dehoniani e Francescani,dedizione al prossimo di gente di fede.

C’è anche gente qualunque, una madre Florine con un figlio disabile che vuole dare ad altre famiglie come la sua, con un bambino “diverso”, una vita normale, mettendoci l’anima per costruire un centro modello, di integrazione sociale , di futuro per i più deboli.

Scuole, una speranza  forte per cambiare; l’’istruzione, che  viene garantita a tutti nelle scuole cattoliche.

Nel distretto di Bemaha , di P.Lanfranco  i Frati Minori di Trento  sostengono con il pagamento degli stipendi degli insegnanti  con una rete di 35 scuole cattoliche, dalle elementari al liceo.

Troppe famiglie altrimenti non potrebbero accedere all’istruzione, troppo povere per pagare la tassa scolastica.  Don Luigi Franzoi , fondatore dell’Associazione Amici del Madagascar, ringrazia tutta la filiera dell’aiuto, del pensare al nostro prossimo, di non mollare agli egoismi dilaganti .Padre Italo Kresevic, dei Francescani di Trento sottolinea la generosità della gente quando vede queste lontane comunità che crescono insieme e anche l’importanza di vedere trasmessi  con gli occhi dei volontari che si recano in visita i tanti progetti piccoli e grandi realizzati con l’aiuto di voi tutti.Sono state mostrate alcune appena arrivate dalla Bemaha,da P.Gabriel, la grande cerimonia di commemorazione di P.Lanfranco, il loro Monper ,Padre, come lo chiamavano laggiù, con il piazzale della chiesa e del plesso scolastico gremito dalla suai gente vestita di bianco.

Poi le due scuole appena finite, quella media di Ambohibary e quella  del plesso di S.Francesco d’Assisi  ad Andranovorilava, frutto dell’aiuto degli Amici del Madagascar. Belle le immagini dei frati in mezzo alla risaia, con il riso maturo e l’orgoglio di un buon raccolto: quasi 5 tonnellate; più in là un campo di soia e granoturco.. E’il loro terreno, risorsa della missione e fonte di sostentamento  per tante persone e anche 2 diplomati in agricoltura e allevamento. L’aveva acquistato con lungimiranza Lanfranco ,con il vostro aiuto aggiunge Sergio .

Mauro Tabarelli, fratello di Lanfranco ricorda con commozione la tenacia del fratello, quel voler fare un percorso condiviso con laa gente, serena e col sorriso, una comunità vera , attrice di unai crescita umana e cristiana.

Un lavoro che ha dato frutti tangibili e ora con il nuovo dispensario migliora la qualità qualità di vita per tutti.

Grazie al Gruppo Missionario di Faver per la generosità e continuità nell’aiuto  di cooperazione nella Missione di Bemaha e al Vicesindaco e assessore alla Cultura Paolazzi per la sensibilità e l’impegno .

Sergio Matteotti