Diario di un viaggio nell’isola rossa “Madagascar”

Giorgio Degasperi ci fa rivivere il suo viaggio in Madagascar, nell’isola da lui definita “rossa” dell’ottobre 2009. 

DSCN0412

Presentazione di don Luigi Franzoi fondatore dell’associazione “Amici del Madagascar”.

“La sensibilità, l’interesse, la passione fanno sì che ogni contatto, esperienza, avventura suscitino un forte impatto nell’amico Giorgio, autore del DIARIO DI UN VIAGGIO NELL’ISOLA ROSSA “MADAGASCAR” nel mese di ottobre del 2009.  … continua

Velùma! (arrivederci)

Il diario di viaggio del dott. Roberto Ghezzi

Le luci sempre più vive e numerose rischiarano lo spazio oltre

Le luci sempre più vive, sempre più fitte rischiarano lo spazio oltre l’oblò dell’aereo e mi confermano, dopo lunghe ore di volo, che sto atterrando ad Antananarivo. Al mio fianco Roberto Faggin neurochirurgo di Padova e Francesca Avogaro, medico anestesista. Una nuova esperienza in terra d’Africa, propostaci dall’associazione MASC di Mantova e dagli Amici del Madagascar di Sporminore.  … continua

Mix di riflessioni in libertà!

Il nostro Sergio, appena rientrato dal suo ennesimo viaggio in Madagascar ci riporta alcune riflessioni.

P1050253

Ho  avuto la fortuna e la caparbietà di ritornare in Madagascar per l’ottava volta dal 2001. Quest’anno si avverte un clima di eccitazione  nel Paese: il 25 ottobre ci sono finalmente le elezioni presidenziali che devono eleggere il presidente e il nuovo governo; … continua

Il futuro di Ange

Grembiulino

 

Madagascar, Terra di contrasti e di speranze

Tanà, la capitale.

Questa mattina ci siamo svegliate presto; l’aria a 1600 metri è frizzante, il sole inizia ad illuminare una città ancora assonnata. Tra non molto si rianimerà con il brulichio frenetico di persone, mezzi di ogni genere, bancarelle variopinte, vivaci mercati dove odori e voci si fondono.

Oggi seguiremo suor Mariangiola … continua

Riflessioni

DSCF0030

Sono nel Direttivo dell’Associazione Amici del Madagascar da circa tre anni, ma continuo a considerarmi l’ultima arrivata e la meno esperta.

Da un po’ sentivo comunque la necessità di manifestare le mie impressioni diciamo così “di pancia”.

Aiutare un paese … continua